Q&T collabora col Dipartimento della Giustizia delle Filippine al progetto “Justice for All: Enhancing Accessibility, Fighting Impunity: EPJUST II”

dipartimento giustizia filippine

Committente: Dipartimento degli Interni e del Governo Locale
Finanziatore: EU General Budget
Area geografica:Filippine

 

 

 

 

Q&T collabora col Dipartimento di Giustizia delle Filippine al progetto “Justice for All: Enhancing Accessibility, Fighting Impunity: EPJUST II” per la fornitura e messa in opera di un sofisticato sistema di CMS per la gestione dei casi.


Dato il crescente problema del traffico di droga, della criminalità organizzata e della violazione dei diritti umani che attanaglia il Paese, il Dipartimento di Giustizia delle Filippine ha deciso di attuare un piano per promuovere la giustizia, soprattutto nelle comunità svantaggiate e povere e far crescere la consapevolezza che la Nazione intende porre fine a queste problematiche con determinazione.
Questo progetto si basa su due precedenti programmi finanziati dall’UE, vale a dire il programma “Accesso alla giustizia per i poveri” (2006-2008) e il “Programma di sostegno alla giustizia delle Filippine nell’UE” (2009-2011) rivolto alle uccisioni extragiudiziali (ELK) e sparizioni forzate (ED).


Il nuovo programma EPIJUST II è l’espansione dell’assistenza dell’UE alle Filippine per contribuire a garantire un equo accesso a un sistema giudiziario efficiente per tutti i filippini.
Per questo motivo è stato creato un consorzio, a cui Human Dynamics, compagnia che realizza progetti di sviluppo economico, istituzionale e progetti nelle pubbliche amministrazioni, si è posta come leader, nato con lo scopo di aiutare il paese a risolvere questi problemi, in particolare concentrandosi sull’accesso alla giustizia per i bambini, le donne, le minoranze, gli attivisti sociali e altri gruppi vulnerabili.


Coinvolgendo tutte le principali parti interessate del sistema giudiziario, il programma affronta 7 delle 9 priorità generali del piano di sviluppo delle Filippine 2011-2016 per rafforzare lo stato di diritto:
• Rafforzare i corpi di sorveglianza del sistema di giustizia
• Risoluzione rapida ed efficace dei casi nei tribunali e negli organi giudiziari
• Ridurre il costo del contenzioso
• Aumentare le risorse per le agenzie del settore della giustizia e gli organismi quasi-giudiziari
• Migliorare l’accesso alla giustizia di tutti i settori della società, in particolare dai gruppi vulnerabili
• Promuovere l’uso della risoluzione alternativa delle controversie
• Istituzionalizzare i meccanismi di coordinamento del settore giustizia esistente


Sotto la guida del Dipartimento degli interni e del Governo locale, il progetto comprende La Corte Suprema, la Commissione Nazionale per le popolazioni indigene, la Commissione Filippina sulle donne, il Dipartimento di Giustizia, il Dipartimento per il benessere e lo sviluppo sociale e la collaborazione della società civile.


Il progetto è stato suddiviso in diversi programmi, ognuno dei quali prevede vari interventi a supporto del sistema giudiziale, per migliorarne gli strumenti e i servizi.
Per migliorare l’accesso al sistema di giustizia civile e penale sono stati creati dei centri di informazione nelle amministrazioni locali per consentire un maggiore accesso da parte delle comunità locali alle informazioni legali sui loro diritti legali e mezzi di ricorso.
È stato creato un sistema centralizzato per la fornitura di servizi legali a costo zero e un uso esteso dei paralegali per migliorare l’assistenza legale.
Sono stati programmati diversi corsi di formazione per le forze dell’ordine sui meccanismi alternativi di risoluzione delle controversie (ADR) e l’espansione dei servizi correlati (mediazione, conciliazione, ecc.); sul miglioramento delle procedure di indagine, gestione delle procedure mirate e più rapida.
Inoltre si è agito sulla capacità del sistema di giustizia penale di occuparsi delle uccisioni extra giudiziarie (EJK) e sparizioni forzate (ED), strutturando anche dei piani di protezione testimoni più efficienti e meglio coordinati, per ottenere maggiore disponibilità e affidabilità da parte dei testimoni.


Qui siamo intervenuti noi di Q&T, fornendo un innovativo sistema di CMS.
Questo sistema permette di migliorare il sistema di gestione dei casi tramite il miglioramento della struttura di immagazzinamento dei dati, permettendo una migrazione sicura e veloce dal sistema esistente e l’implementazione dei sistemi presenti.
Insieme al sistema CMS e ai suoi device abbiamo fornito servizi di supporto, manutenzione e formazione del personale sull’uso corretto del sistema per garantirne il risultato.


Il nostro intervento è servito a migliorare l’accesso al database del sistema di giustizia civile e penale e a rendere più efficiente e rapido il sistema procedurale e giudiziario.


Essere protagonisti di questo tipo di progetti ci permette di realizzare quella che è la nostra missione da 30 anni: realizzare progetti di valore in tutto il mondo che migliorano la qualità di vita delle persone che ne usufruiscono.


Q&T: “Progettiamo un futuro migliore