Q&T partecipa al “Programma di sostegno al settore lavoro (PASEA)” in Algeria.

algeria-project

Committente: Unione Europea
Cliente: Agenzia Nazionale per l’impiego
Area geografica:Algeria

 

 

 

 

L’Unione Europea e l’Algeria hanno consolidato la loro partnership collaborando per la realizzazione del “Programma di sostegno al settore lavoro” a supporto dell’Agenzia Nazionale per l’Impiego (ANEM), per combattere la disoccupazione.

Il progetto stanziava un budget totale di 15,3 milioni di euro, di cui 14,1 milioni a carico dell’Unione Europea ed un contributo di 1,2 milioni da parte dell’ANEM.

Secondo i dati della Banca Mondiale e del FMI il numero dei disoccupati ha raggiunto i 200 milioni nel 2012, e l’Algeria si stava preparando al cambiamento della domanda nel mercato del lavoro nel tentativo di creare nel decennio più di 400 milioni di nuovi posti di lavoro per contenere la crescita.

L’obiettivo principale era sostenere l’attuazione del “piano d’azione per la promozione dell’occupazione e la lotta alla disoccupazione” adottato dal governo Algerino per supportare la trasformazione dell’ANEM, migliorando la promozione e la regolamentazione dell’occupazione economica nonché la capacità di reclutamento. Questo progetto prevedeva inoltre il miglioramento del sistema di immagazzinamento e analisi dei dati del Ministero del lavoro, Occupazione e sicurezza sociale (MTESS).

Per raggiungere lo scopo bisognava risolvere tre problemi principali, cioè professionalizzare lo staff, modernizzare le procedure e i servizi e la computerizzazione dei processi.
Per il primo punto è stato previsto l’inserimento di professionisti e di corsi di specializzazione.

Q&T ha preso parte al progetto per risolvere i problemi di modernizzazione delle procedure e computerizzazione dei processi, fornendo materiale tecnologico di tipo informatico (hardware, software), di formazione e comunicazione (pc, tablet grafici), di reprografia e duplicazione (stampanti laser, taglierine elettriche ecc.).

Con la stessa fornitura nel 2015 sono state costruite e rese operative nuove strutture dell’ANEM, rispettivamente ad Algeri, Oran e Sétif, con in aggiunta l’installazione di stazioni DTP e di uffici stampa completamente accessoriati di strumenti tecnici come stampanti digitali, fotocopiatrici, ecc.

L’Azienda ha inoltre inviato un proprio tecnico esperto in supporto all’implementazione e la formazione per l’utilizzo delle apparecchiature, consentendo all’ANEM di poter produrre pubblicazioni di qualità professionale senza l’uso di subappaltatori, portando ad un sostanzioso abbattimento dei costi.

Ad oggi sono state condotte più di trenta missioni grazie a questo progetto, realizzando studi di riqualificazione dell’organizzazione delle strutture dell’ANEM; miglioramento della comunicazione tra l’ANEM e le altre agenzie nazionali; professionalizzazione dei dirigenti e quadri dell’agenzia; pianificazione strategica di politiche territoriali per l’occupazione; supporto per lo sviluppo di un sistema informativo strategico ANEM; numerose azioni di formazione e visite di studio per il personale.

Le misure adottate hanno ridotto inizialmente la soglia di disoccupazione al 9,96%, e secondo il direttore generale dell’ANEM, Mohamed Tahar Chaâlal, l’ultimo rapporto sull’analisi dei dati mostra che ci sono stati 487.917 collocamenti di persone in cerca di lavoro già nel 2015, un aumento del 10% annuo rispetto all’inizio del progetto.

L’allora capo della delegazione dell’Unione Europea in Algeria, Marek Skolill, si è dichiarato “molto soddisfatto dei risultati ottenuti dalla cooperazione tra le due parti”.

Q&T partecipa attivamente a questo tipo di progetti, con impegno, costanza, energia, professionalità e ispirazione, lavorando senza sosta per migliorare la vita nel mondo, per creare “progetti che migliorano il futuro delle persone che ne usufruiscono”.

Q&T: “Progettiamo un futuro migliore